Certificazione Energetica Edifici

Attestato Certificazione Energetica (ACE) e Attestato Prestazione Energetica (APE)

Il concetto di certificazione energetica degli edifici era già presente nella legge 10/91. Tale legge poneva l’Italia in una posizione privilegiata in Europa, riguardo al contenimento dei consumi energetici. Purtroppo, a parte il DPR 412/93, non venne pubblicato nessun decreto attuativo che rendeva operativa la legge. Nel dicembre 2002, venne presentata la Direttiva Europea 2002/91/CE sul "rendimento energetico nell’edilizia", che dava ai vari stati un tempo massimo di 3 anni per il suo recepimento. In Italia la Direttiva è stata recepita con il D.Lgs 192/05, corretto ed integrato dal Dlgs 311/2006 che ha reso di nuovo obbligatoria la certificazione energetica. Il Dlgs 192/2005 e il Dlgs 311/2006 impongono dei requisiti minimi prestazionali e/o prescrittivi e la certificazione energetica per il sistema edificio/impianto. I decreti attuativi e le linee guida sono stati infine pubblicati nel 2009 (DPR 59/2009 e DM 26 giugno 2009). L’ultimo decreto attuativo, relativo ai requisiti degli esperti nella certificazione energetica degli edifici e nelle ispezioni degli impianti termici è stà per essere approvato dal Consiglio dei Ministri. Il certificato energetico è obbligatorio in tutti i casi di compravendita di immobili, nei casi di permuta, trasferimento della nuda proprietà, locazione e per tutti gli annunci commerciali che, a partire dal 1º gennaio 2012, devono riportare il consumo energetico (indicatore EPh) dell’unità immobiliare oggetto di certificazione (in Lombardia esiste anche l’obbligo di riportare la classe energetica).

Preventivo certificazione energetica

Preventivo gratuito certificato energetico Per richiedere il preventivo per la certificazione energetica (ACE) per la vostra unità immobiliare dovete compilare il form in tutte le sue parti. Entro 24 ore riceverete nella vostra casella di posta il preventivo dettagliato. In caso di accettazione vi contatteremo per concordare la data del sopralluogo. Al fine di procedere con la redazione dell’ACE è necessario recuperare la scheda catastale dell’appartamento oggetto della certificazione e avere a disposizione il libretto della caldaia e la prova fumi più recente (non più vecchia di 24 mesi). Nel caso di riscaldamento centralizzato tali dati sono in possesso dell’amministratore di condominio o dell’azienda che effettua la manutenzione dell’impianto termico (Allegato F). Entro un massimo di 5 giorni (o comunque sulla base delle vostre esigenze), vi consegneremo l’ ACE protocollato per gli usi consentiti dalla legge. Siamo operativi nelle seguenti regioni d’Italia: Lombardia, Piemonte, Emilia-Romagna, Liguria, Veneto, Friuli, Toscana, Lazio, Umbria, Basilicata, Campania, Calabria, Puglia e Sicilia.

Attestato di Prestazione Energetica (APE)

Con la pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale n.130 del 05-06-2013, è stato convertito in Legge il DL 4 giugno 2013, n. 63 ("Disposizioni urgenti per il recepimento della Direttiva 2010/31/UE del Parlamento europeo e del Consiglio del 19 maggio 2010, sulla prestazione energetica nell’edilizia per la definizione delle procedure d’infrazione avviate dalla Commissione europea, nonchè altre disposizioni in materia di coesione sociale), che prevede la sosituzione dell’Attestato di Certificazione Energetica (ACE) con l’Attestato di Prestazione Energetica (APE). Il nuovo attestato avrà contenuti più completi ed una maggiore quantità di informazioni. La durata dell’APE sarà, come per il precedente attestato, di 10 anni e potrà redigerlo solo una professionista abilitato, qualificato e indipendente secondo quanto stabilito dal recente DPR 75/2013. Per maggiori informazioni potete leggere l’articolo Attestato di Prestazione Energetica (APE)

Autocertificazione in classe G non più valida

Con la pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale del Decreto Ministeriale dello Sviluppo economico 22 novembre 2012 (Modifica del decreto 26 giugno 2009, recante: "Linee guida nazionali per la certificazione energetica degli edifici.") viene eliminata la possibilità, da parte dei proprietari di immobili, di autocertificarli in classe G. Tale autodichiarazione dovrà essere sostituita con una delle procedure semplificate indicate dalle Linee Guida nazionali (DM 26 giugno 2009) e cioè redarre il certificato energetico attraverso il software gratuito Docet e la procedura semplificata di cui all’Allegato A, paragrafo 5.2, punto 3. In questo modo l’Italia si è allineata a quanto previsto nell’articolo 7, paragrafi 1 e 2, della Direttiva Europea 2002/91/CE sul rendimento energetico in edilizia, evitando una condanna da parte della Corte di Giustizia Europea per incompleta attuazione della Direttiva 2002/91/CE sul rendimento energetico in edilizia.

Certificazione energetica: opportunità o costo ?

L’ obbligo di redigere tale documento deve essere visto come una opportunità per tutti i soggetti coinvolti, in quanto fornisce una analisi del consumo energetico di un edificio. Ad ogni edificio viene assegnata una classe energetica (da A+ a G) che qualifica l’edificio stesso in base ai suoi consumi per il riscaldamento invernale. Oltre a questo può contenere una serie di indicazioni per il miglioramento delle prestazioni energetiche dell’unità immobiliare certificata. Conoscere l’efficienza energetica di un edificio rappresenta indubbiamente un vantaggio per chi decide di affittare o di acquistare una abitazione, in quanto un edificio avente ad esempio classe A o B, avrà consumi decisamente inferiori rispetto ad uno di classe più alta. Anche chi costruisce deve ormai tenere conto di quella che sarà l’evoluzione del mercato, ovvero edifici sempre più performanti dal punto di vista energetico. La nuova Direttiva Europea 2010/31/CE sull'eco-edilizia, prevede infatti che entro il 31 dicembre 2020 tutti gli edifici di nuova costruzione siano edifici a energia "quasi zero" (ad altissima prestazione energetica) e a partire dal 31 dicembre 2018 gli edifici di nuova costruzione occupati da enti pubblici e di proprietà di questi ultimi siano edifici a energia "quasi zero". Infine chi vuole realizzare una riqualificazione energetica della propria casa, usufruendo degli sgravi fiscali (detrazione 55%), previsti dalla Legge Finanziaria, è obbligato ad allegare ai documenti da presentare per ottenere la detrazione 55% anche l’ attestato di certificazione energetica. Vi ricordo che nel 2013 e per tutto il 2014 la detrazione del 55% è stata portata al 65%.

Perchè rivolgersi a noi? Il nostro progetto

L’ esperienza maturata in aziende multinazionali dall’ing. Stefano Basso e dall’ arch. Patrizia Fasani nella libera professionista ha permesso di coniugare due mondi lavorativi differenti, ma con dei punti in comune: considerare il cliente al centro del proprio business, per comprendere e soddisfare le sue esigenze. Tutto questo nell’ ottica di offrire una serie di servizi diversi, non solo relativi alla redazione della cartificazione energetica. Dal 1º luglio 2012 è stato attivato un servizio per la richiesta di preventivi online per la produzione dell’attestato di certificazione energetica, esteso a diverse regioni d’Italia, attraverso la creazione di un network di liberi professionisti. Obiettivo è quello di fornire un servizio qualitativamente elevato a costi contenuti. Nessun certificato energetico sarà redatto senza prima aver effettuato il sopralluogo (obbligatorio) e valutato attentemente le caratteristiche costruttive/energetiche della vostra unità immobiliare. Alla fine del calcolo della classe energetica vi verranno rilasciate copie protocollate e firmate dell’Attestato di Certificazione Energetica per gli usi consentiti dalla legge. Se desiderate avere maggiori informazioni potete contattarci direttamente utilizzando il seguente form. Il servizio si rivolge non solo ai privati, ma anche a tutti gli operatori del mercato immobiliare (Agenzie Immobiliari, Amministratori di condominio e Costruttori) che necessitano, per la vendita o la locazione, del certificato energetico. Siamo inoltre disponibili a stipulare contratti annuali o pluriennali che includono non solo la certificazione energetica, ma anche legge 10, catasto e detrazioni fiscali. Dal 1º gennaio 2012 siamo inoltre presenti sul web anche attraverso il sito www.preventivo-certificazione-energetica.com ed il forum certificazione energetica.

PAROLE CHIAVE
[Preventivo certificazione energetica - Certificazione energetica edifici - Certificato Energetico - ACE - APE]

Se ritenete il contenuto di questa pagina utile cliccate sul pulsante "+1" e condividetelo come "Public".

  
Feed Rss
RSSFACEBOOK TWITTER

Isolarelacasa - Ing. Riccardo Raimondo