Normativa Europea in materia di Certificazione Energetica

La dipendenza sempre più forte dalla fonti di energia esterna e l'aumento delle emissioni di gas serra ha portato la Comunità Europea, ad adottare una serie di provvedimenti per diminuire il consumo di energia attraverso il miglioramento dell’efficienza del sistema impianto/involucro. I Principali provvedimenti nel settore energetico a livello europeo, presi in tal senso, sono stati diversi, ma sicuramente la Direttiva comunitaria più importante è stata la 2002/91/CE, anche nota come Direttiva EPBD ("Energy Performance of Buildings Directive"), che ripropose la certificazione energetica sollecitando gli stati membri ad attuare una serie di misure finalizzate al miglioramento dell’efficienza energetica nel settore edilizio, responsabile del 40% di consumo dell’energia. Gli obiettivi della 2002/91/CE erano diversi: diminuzione entro il 2010 del 22% dei consumi energetici comunitari, un risparmio di energia primaria pari a 55 mln di tep ed una riduzione di emissioni di CO2 quantificabile in 100 milioni di tonnellate. Infine la direttiva 2010/31/CE ha ripreso e sostituito la direttiva 2002/91/CE, indicando il 31 dicembre 2020 come data ultima in cui tutti gli edifici di nuova costruzione siano edifici a energia "quasi" zero (31/12/2018 per gli edifici publici). Di seguito viene riportato un elenco delle principali Direttive Europee in termini di risparmio energetico e miglioramento dell'efficienza energetica:

Normativa Europea Certificazione Energetica Risoluzione del Consiglio del 15 gennaio 1985, relativamente al miglioramento dei programmi di risparmio energetico, il Consiglio ha invitato gli Stati membri a proseguire e potenziare le azioni intese a promuovere un uso più razionale dell’energia;
Normativa Europea Certificazione Energetica Risoluzione del consiglio del 15 marzo 1985 per l’utilizzazione razionale dell’energia nel settore delle costruzioni;
Normativa Europea Certificazione Energetica Direttiva 89/106/CEE del Consiglio del 21 dicembre 1988, relativa al ravvicinamento delle disposizioni legislative degli Stati membri: tra i requisiti richiesti è compreso il “risparmio energetico e la ritenzione del calore”;
Normativa Europea Certificazione Energetica Direttiva 93/76/CEE del Consiglio del 13 settembre 1993, intesa a limitare le emissioni di biossido di carbonio migliorando l’efficienza energetica;
Normativa Europea Certificazione Energetica Trattato sulla Carta europea dell’energia del 10 novembre 1997, inteso a definire accordi di cooperazione industriale Est-Ovest, avviando negoziati sui protocolli nei settori dell’efficienza energetica, della sicurezza nucleare e degli idrocarburi.
Normativa Europea Certificazione Energetica Direttiva 2002/91/CE del Parlamento Europeo e del Consiglio del 16 dicembre 2002 sul rendimento energetico nell’edilizia;
Normativa Europea Certificazione Energetica Direttiva 2006/32/CE del Parlamento Europeo e del Consiglio del 5 aprile 2006 concernente l'efficienza degli usi finali dell'energia e i servizi energetici e recante abrogazione della direttiva 93/76/CEE.
Normativa Europea Certificazione Energetica Direttiva 2009/28/CE del Parlamento Europeo e del Consiglio del 23 aprile 2009 sulla promozione dell’uso dell’energia da fonti rinnovabili, recante modifica e successiva abrogazione delle direttive 2001/77/CE e 2003/30/CE.
Normativa Europea Certificazione Energetica Direttiva 2010/31/CE del Parlamento Europeo e del Consiglio del 19 maggio 2010 concernente la prestazione energetica nell'edilizia (rifusione).

Di seguito vengono riportati i principali riferimenti normativi a livello Europeo:

REGOLAMENTO DELEGATO (UE) N. 244/2012

REGOLAMENTO DELEGATO (UE) N. 244/2012 DELLA COMMISSIONE del 16 gennaio 2012 che integra la direttiva 2010/31/UE del Parlamento europeo e del Consiglio sulla prestazione energetica nell’edilizia istituendo un quadro metodologico comparativo per il calcolo dei livelli ottimali in funzione dei costi per i requisiti minimi di prestazione energetica degli edifici e degli elementi edilizi (Testo rilevante ai fini del SEE).
Approfondimento - download

DIRETTIVA 2010/31/CE

Direttiva 2010/31/CE del Parlamento Europeo e del Consiglio del 19 maggio 2010 concernente la prestazione energetica nell'edilizia (rifusione). Riprende e sostituisce la direttiva 2002/91/CE. Entro il 31 dicembre 2020 tutti gli edifici di nuova costruzione siano edifici a energia "quasi" zero. Entro il 31 dicembre 2018 tutti gli edifici di nuova costruzione occupati da enti pubblici e di proprietà di questi ultimi siano edifici a energia "quasi" zero
Approfondimento - download

Decisione n.406/2009/CE del 23 aprile 2009

Concernente gli sforzi degli Stati membri per ridurre le emissioni dei gas a effetto serra al fine di adempiere agli impegni della Comunità in materia di riduzione delle emissioni di gas a effetto serra entro il 2020.
Approfondimento - download

DIRETTIVA 2009/28/CE

Direttiva 2009/28/CE del Parlamento Europeo e del Consiglio del 23 aprile 2009 sulla promozione dell’uso dell’energia da fonti rinnovabili, recante modifica e successiva abrogazione delle direttive 2001/77/CE e 2003/30/CE.
Approfondimento - download

DIRETTIVA 2006/32/CE

Direttiva del Parlamento Europeo e del Consiglio del 5 aprile 2006 concernente l'efficienza degli usi finali dell'energia e i servizi energetici e recante abrogazione della direttiva 93/76/CEE del Consiglio.
Approfondimento - download

DIRETTIVA 2002/91/CE (EPBD)

Direttiva del Parlamento Europeo e del Consiglio del 16 dicembre 2002 sul rendimento energetico nell'edilizia.
Approfondimento - download

DIRETTIVA 93/76/EEC (SAFE)

Direttiva del Parlamento Europeo e del Consiglio del 13 settembre 1993 intesa a limitare le emissioni di biossido di carbonio migliorando l'efficienza energetica (SAVE).
Approfondimento - download

>

Se ritenete il contenuto di questa pagina utile cliccate sul pulsante "+1" e condividetelo come "Public".