Home >> Energie Rinnovabili >> Impianto solare fotovoltaico

COS’È UN IMPIANTO FOTOVOLTAICO?

Un impianto fotovoltaico è un impianto tecnologico in grado di trasformare l’energia solare in energia elettrica, con l’ausilio di speciali moduli, senza necessità di organi in movimento.

COSA SI INTENDE PER IMPIANTO FOTOVOLTAICO STAND-ALONE?

Un impianto fotovoltaico stand-alone (detto anche ad isola) non è collegato alla rete elettrica Nazionale. L’energia prodotta non utilizzata viene immagazzinata in batterie al fine di consentirne l’erogazione anche nelle ore di assenza di soleggiamento.

COSA SI INTENDE PER IMPIANTO FOTOVOLTAICO GRID-CONNECTED?

Un impianto fotovoltaico grid-connected, a differenza di un impianto stand-alone, è connesso alla Rete Elettrica Nazionale. In caso di scarso oassente soleggiamento l’energia elettrica verrà presa dalla Rete Nazionale.

COME VIENE INCENTIVATO L’ACQUISTO DI UN IMPIANTO FOTOVOLTAICO?

Esistono diverse forme di incentivazione. La principale è relativa alla possibilità di accedere ad incentivi fiscali del 50%, per un importo massimo di spesa di 96.000 €. Per conoscere tutte le forme di incentivazione legge l’articolo.

ACQUISTA UN LIBRO SU AMAZON

Per approfondire l’argomento acquista un libro su Amazon. Per azzerare i costi delle spese di spedizione potete iscrivervi al servizio Amazon Prime, usufruendo della prova gratuita per 30 giorni.

Impianto solare fotovoltaico

Ricavare energia elettrica dal sole

Impianto solare fotovoltaico

Un impianto fotovoltaico è un impianto tecnologico in grado di trasformare l’energia solare in energia elettrica, attraverso l’ausilio di speciali moduli (pannelli fotovoltaici), senza necessità di organi in movimento. Ovviamente importante risulta essere l’orientamento di tali pannelli e l’inclinazione rispetto al terreno. Una installazione ottimale richiede una esposizione tra sud-est e sud-ovest ed una inclinazione di 30-35 gradi. Questi moduli sfruttano l’effetto fotovoltaico ovvero la proprietà che hanno alcuni materiali, detti semiconduttori, di trasformare la luce del sole a cui vengono esposti in energia elettrica. I moduli fotovoltaici generano energia elettrica in corrente continua e a bassa tensione che, attraverso un convertitore cc/ca (inverter) viene trasformata in corrente alternata a 220 V, in modo da poter alimentare le normali utenze domestiche. I principali componenti di un impianto fotovoltaico connesso alla rete (grid-connected) sono:

  • Generatore FV
  • Inverter
  • Contatore produzione energia
  • Utenza
  • Contatore bidirezionale (prelievo / immissione)
  • Rete di distribuzione del gestore locale di energia

Tipologia di un impianto fotovoltaicoÈ opportuno distinguere tra impianto fotovoltaico connesso alla rete ("grid-connected") e impianto fotovoltaico isolato ("stand-alone"). Un impianto fotovoltaico produce energia solo in presenza di irraggiamento solare, per cui, se si vuole garantire la copertura completa della domanda di elettricità per le varie utenze collegate, nelle ore in cui il generatore fotovoltaico non è in grado di produrre autonomamente energia, occorrerà o collegare gli impianti alla rete elettrica di distribuzione nazionale o utilizzare dei sistemi di accumulo dell’energia elettrica che la rendano disponibile nelle ore di scarso soleggiamento. L’impianto fotovoltaico "stand-alone", a differenza dell’impianto fotovoltaico "grid-connectd", non è collegato alla rete nazionale e viene normalmente installato proprio nel caso in cui la rete elettrica è assente. È dotato di un sistema di batterie che garantisce l’erogazione di corrente anche nelle ore di assenza di soleggiamento. L’impianto fotovoltaico "grid-connected" è stabilmente collegato alla rete elettrica nazionale. Nel momento in cui l’impianto non è in grado di produrre l’energia necessaria a coprire la domanda di elettricità, si attingerà dalla rete l’energia richiesta, mentre se l’energia prodotta è maggiore di quella necessaria, quella momentaneamente non utilizzata verrà immessa nella rete pubblica, per la quale si potrà ottenere un rimborso da parte del gestore di energia. Per questo motivo vengono installati due contatori: uno che contabilizza l’energia elettrica fornita dall’impianto fotovoltaico alla rete e l’altro che contabilizza l’energia elettrica che l’utente preleva dalla rete.

Quanto costa un impianto fotovoltaico?

Costo di un impianto fotovoltaico

Il costo di un impianto fotovoltaico dipende dalla potenza installata richiesta, dalla superficie a disposizione e dalla scelta del tipo di pannello (monocristallino, policristallino, film sottile). Un pannello monocristallino è il più efficiente, con un rendimento intorno al 12-19%, ma ha un costo mediamente più alto. Un pannello policristallino ha un rendimento intorno al 10-12% ed un costo inferiore al monocristallino. Infine un pannello a film sottile ha un rendimento basso, 4-8%, ma un costo nettamente inferiore. A parità di potenza richiesta la scelta del pannello dipende dalla superficie a disposizione. Minore è la superficie su cui posso installare i pannelli, più la scelta dovrà essere orientata verso moduli fotovoltaici a maggiore rendimento (quindi maggior costo). Vediamo un esempio, considerando che normalmente per una utenza domestica è sufficiente una potenza dai 3 ai 6 kW. La prima cosa da sapere è, per ogni pannello, la superficie di cui abbiamo bisogno per generare 1 kW di potenza:

  • pannello monocristallino: 5,65 mq
  • pannello policristallino: 7,24 mq
  • pannello a film sottile: 11,71 mq

Nel caso di impianti fotovoltaici da 3 kW, sufficienti a coprire il fabbisogno di energia di una famiglia composta da 3 a 5 persone, dovremo avere a disposizione una superficie dai 18 ai 36 mq, che raddoppiano per una potenza richiesta pari a 6 kW. Per quanto riguardi i costi (che includono impianto, installazione e pratiche Comunali) ci si attesta attorno ai 3000 €/kW per pannelli in monocristallino e 2000 €/kW per pannelli in policristallino. I prezzi sono indicativi e sono in costante discesa. L’ammortamento deve essere calcolato caso per caso, tenendo conto che si ha la possibilità di accedere a sgravi ed incentivi fiscali. Per farvi fare un preventivo rivolgetevi sempre ad una azienda specializzata, se possibile con già una certa esperienza nel settore.

Incentivi sugli impianti solari fotovoltaici

Oggi installare impianti fotovoltaici conviene, soprattutto per la presenza di finanziamenti, sgravi ed incentivi. Senza entrare nel dettaglio delle varie voci riporto un elenco delle agevolazioni a cui si può accedere:

  • Detrazione fiscale 50% per un importo massimo di spesa pari a 96.000 € e può essere richiesta sui costi di: acquisto impianto fotovoltaico, accessori, manodopera, progetto, prestazioni professionali connesse, relazione di conformità dei lavori, spese per perizie e sopralluoghi, IVA ed imposta di bollo e diritti pagati per le concessioni, le autorizzazioni e le comunicazioni di inizio lavori. La detrazione deve essere ripartita in 10 rate annuali di pari importo.
  • Credito di imposta 2020 per gli investimenti. Per maggiori informazioni potete cliccare sul seguente link Super ammortamento 2020 diventa Credito di Imposta.
  • Scambio sul posto che permette la vendita al Gestore della Rete Elettrica dell’energia prodotta e non utilizzata.
  • Decreto FER 1 sugli incentivi per le rinnovabili (leggi Decreto FER 1).
  • IVA agevolata dal 22% al 10%

Vi interessa ridurre i consumi energetici nella vostra abitazione? Leggete il seguente articolo: Interventi per ridurre i consumi energetici.

Se ritenete utile il contenuto di questa pagina condividetelo su Facebook o Twitter.