Home >> Preventivi >> Preventivo Monitoraggio Sismico

SISMABONUS AL 110%

Il Sismabonus è nato per incentivare la manutenzione o rifacimento di quegli immbili che non sono stati progettati e costruiti per sopportare terremoti di una certa magnitudo e prevede che i contribuenti, che eseguono interventi per l’adozione di misure antisismiche sugli edifici, possano accedere a detrazioni delle spese sostenute in zona sismica 1, 2 e 3. Dal 1º luglio 2020 al 31 dicembre 2021 anche l’aliquota della detrazione delle spese prevista dal Sismabonus è stata portata al 110%, con estensione anche ai sistemi di monitoraggio strutturale continuo. Il nostro partner effettua installazione di strumenti di monitoraggio sismico con sconto in fattura.

ZONE SISMICHE IN ITALIA

La classificazione sismica distingue 4 zone: 1,2,3 e 4. La zona 1 è quella a più alto rischio sismico e comprende il Friuli Venezia Giulia, l’Abruzzo, l’Umbria, il Molise, la Campania, la Calabria e la Sicilia. La zona 2 è quella a rischio sismico medio alto e comprende Emilia Romagna, Lazio, Marche, Puglia e Basilicata. La zona3 a rischio sismico medio basso e comprende Lombardia, Toscana, Ligura e Piemonte. Le altre regioni invece hanno un rischio sismico basso (zona 4). Cliccando sul seguente link Classificazione sismica al 31 gennaio 2020, potrete vedere le zone sismiche in Italia, suddivise per province.

MONITORAGGIO STRUTTURALE IN ZONA SISMICA

Il monitoraggio strutturale di un edificio ha permesso di superare i limiti dovuti al classico metodo basato su ispezioni visive, con l’ulteriore vantaggio di ridurre i costi di manutenzione attraverso l’installazione di un sistema di rilevamento automatico dello stato di salute dell’immobile che permette un ripristino tempestivo delle condizioni ottimali. Il sistema di monitoraggio sismico fornisce inoltre dati oggettivi sugli effetti del terremoto sulla struttura, dati che possono essere utilizzati per la valutazione dei danni. Da un punto di vista economico la conoscenza in tempo reale, a seguito di un evento sismico, delle condizioni di un edificio nel quale viene svolta una attività produttiva può accellerare in maniera significativa la ripresa dell’attività produttiva in caso di edificio non danneggiato. Il monitoraggio strutturale continuo è previsto all’interno del Sismabonus 110%.

Preventivo monitoraggio sismico con sconto in fattura

Richiedi preventivo per il monitoraggio sismico dell tua unità abitativa

Monitoraggio sismico edifici

Una moderna struttura antisismica è progettata sulla base di specifiche normative tecniche elaborate per far fronte a eventuali danni in caso di sisma (NTC 2008, Eurocodice 8). Bisogna tenere ben presente che anche una costruzione antisismica, in caso di terremoto, può subire ingenti danni. A seguito di un evento sismico, individuare il "Drift di Interpiano" (Interstory Drift) significa poter controllare la risposta strutturale dell’edificio. Il controllo, in questo ambito è un aspetto fondamentale. È impossibile cogliere il "reale" danneggiamento di un edificio con le sole valutazioni visive. Per poter conoscere lo stato dell’edificio in seguito ad un terremoto è necessario usufruire di dati reali misurati. Disporre immediatamente di dati raccolti tramite misurazioni consente ai tecnici verificatori di effettuare precise verifiche strutturali. BBOX è il sistema che permette ai tecnici di comprendere la "risposta reale" di una costruzione all’evento sismico. BBOX è la scatola nera degli edifici che permette, dopo un terremoto, di ridurre considerevolmente i tempi di ripresa delle attività e di conseguenza i danni economici, nel pieno rispetto della sicurezza, delle persone e degli stessi edifici. BBOX rappresenta una soluzione d’avanguardia nello studio del comportamento degli edifici. BBOX, costituito da un insieme di sofisticati componenti, è in grado di rispondere alle incertezze nell’analisi e nell’eventuale ripristino di una costruzione dopo un terremoto.

Per richiedere un preventivo per il monitoraggio sismico del tuo immobile seleziona la tua provincia, province che ho suddiviso in base alla zona sismica. Non sono state inserite la Sardegna e la Valle d’Aosta in quanto prevalentemente in zona 4. Per verificare, prima di inviare la richiesta, in quale zona sismica si trova il vostro Comune potete cliccare sul seguente link Zone sismiche Comuni Italiani. Tutte le richieste verranno prese in considerazione e nel giro di pochi giorni verrete contattati via email o cellulare da un professionista o incaricato dell’azienda che collabora con noi. Per maggiori informazioni non abbiate problemi a contattarmi scrivendomi all’indirizzo ingstefanobasso@gmail.com

ZONE AD ALTO RISCHIO SISMICO

ABRUZZO
CHIETI - L’AQUILA - PESCARA - TERAMO

CALABRIA
CATANZARO - COSENZA - CROTONE - REGGIO CALABRIA - VIBO VALENTIA

CAMPANIA
AVELLINO - CASERTA - NAPOLI - SALERNO

FRIULI VENEZIA GIULIA
GORIZIA - PORDENONE - TRIESTE - UDINE

MOLISE
CAMPOBASSO - ISERNIA

UMBRIA
PERUGIA - TERNI

SICILIA
AGRIGENTO - CALTANISETTA - CATANIA - ENNA - MESSINA - PALERMO - RAGUSA - SIRACUSA - TRAPANI

ZONA A MEDIO RISCHIO SISMICO

BASILICATA
MATERA - POTENZA

EMILIA ROMAGNA
BOLOGNA - FERRARA - FORLÌ-CESENA - MODENA - PARMA - PIACENZA - RAVENNA - REGGIO EMILIA - RIMINI

LAZIO
FROSINONE - LATINA - RIETI - ROMA - VITERBO

MARCHE
ANCONA - ASCOLI PICENO - FERMO - MACERATA - PESARO-URBINO

PUGLIA
BARI - BARLETTA-ANDRIA-TRANI - BRINDISI - FOGGIA - LECCE - TARANTO

ZONA A BASSO RISCHIO SISMICO

LIGURIA
GENOVA - IMPERIA - LA SPEZIA - SAVONA

LOMBARDIA
BERGAMO - BRESCIA - COMO - CREMONA - LECCO - LODI - MANTOVA - MILANO - MONZA-BRIANZA - PAVIA - SONDRIO - VARESE

PIEMONTE
ALESSANDRIA - ASTI - BIELLA - CUNEO - NOVARA - TORINO - VERBANO-CUSIO-OSSOLA - VERCELLI

TOSCANA
AREZZO - FIRENZE - GROSSETO - LIVORNO - LUCCA - MASSA-CARRARA - PISA - PISTOIA - PRATO - SIENA

TRENTINO ALTO ADIGE
BOLZANO - TRENTO

VENETO
BELLUNO - PADOVA - ROVIGO - TREVISO - VERONA - VENEZIA - VICENZA

Se ritenete utile il contenuto di questa pagina condividetelo su Facebook o Twitter.