Diagnosi energetica

Definizione di Diagnosi Energetica

La diagnosi energetica degli edifici è la procedura sistematica volta a fornire una adeguata conoscenza del profilo di consumo energetico di un edificio o gruppo di edifici, di una attività e/o impianto industriale o di servizi pubblici o privati, ad individuare e quantificare le opportunità di risparmio energetico sotto il profilo costi – benefici dell’intervento sull’impianto termico, le ulteriori misure utili alla riduzione della spesa energetica, i relativi tempi di ritorno degli investimenti e i possibili miglioramenti di classe energetica dell’edificio. La certificazione energetica fornisce invece solo una fotografia istantanea del comportamento energetico di un edificio in condizioni standardizzate (fabbisogno annuale specifico di energia termica per il riscaldamento o per la climatizzazione invernale, ETH, il fabbisogno annuale di energia termica per il raffrescamento o per la climatizzazione estiva, ETC, fabbisogno annuale di energia primaria per il riscaldamento o per la climatizzazione invernale, EPH,..).

Cosa dice la normativa vigente

Il DM 26/6/2009 ("Linee guida nazionali"), nell’allegato A, definisce la procedura di certificazione energetica degli edifici come il complesso di operazioni svolte dai Soggetti certificatori ed in particolare:

1. l’esecuzione di una diagnosi, o di una verifica di progetto, finalizzata alla determinazione della prestazione energetica dell’immobile e all’individuazione degli interventi di riqualificazione energetica che risultano economicamente convenienti:
a) il reperimento dei dati di ingresso, relativamente alle caratteristiche climatiche della località, alle caratteristiche dell’utenza, all’uso energetico dell’edificio e alle specifiche caratteristiche dell’edificio e degli impianti, avvalendosi, in primo luogo dell’attestato di qualificazione energetica;
b) la determinazione della prestazione energetica mediante applicazione di appropriata metodologia, secondo quanto indicato ai precedenti paragrafi 4 e 5, relativamente a tutti gli usi energetici, espressi in base agli indici di prestazione energetica EP totale e parziali;
c) l’individuazione delle opportunità di intervento per il miglioramento della prestazione energetica in relazione alle soluzioni tecniche proponibili, ai rapporti costi-benefici e ai tempi di ritorno degli investimenti necessari a realizzarle;
2. la classificazione dell’edificio in funzione degli indici di prestazione energetica di cui alla lettera b), del punto 1, e il suo confronto con i limiti di legge e le potenzialità di miglioramento in relazione agli interventi di riqualificazione individuati;
3. il rilascio dell’attestato di certificazione energetica.

Le modalità esecutive della diagnosi energetica di cui al punto 1 possono essere diverse e commisurate al livello di complessità della metodologia di calcolo utilizzata per la valutazione della prestazione energetica, come precisato al paragrafo 4.

Obiettivi della diagnosi energetica

Gli obiettivi della DIAGNOSI ENERGETICA sono molteplici:
  • migliorare la classe energetica dell’immobile (e quindi ridurre i consumi di energia primaria), individuando una serie di interventi di riqualificazione energetica;
  • sfruttare l’obbligo della "certificazione energetica" e del sopralluogo, non obbligatorio ma fondamentale per il recupero dei dati, introducendo un documento che riporti una serie di interventi (che potranno essere eseguiti dal proprietario dell’immobile) volti a migliorare la prestazione energetico dell’unità immobiliare e quindi a ridurre i consumi;
  • migliorare le condizioni di comfort e di sicurezza per gli utilizzatori dell’immobile;
  • ridurre le spese di gestione per la fornitura di energia, migliorando le prestazioni del sistema edificio-impianto;
  • permettere una valorizzazione anche economica dell’immobile attraverso un miglioramento della classe energetica di appartenenza.

Richiedi Preventivo per l’attestato di certificazione energetica

Se ritenete il contenuto di questa pagina utile cliccate sul pulsante "+1" e condividetelo come "Public".